Un po’ di Exbo anche a Cannes!

Un po’ di Exbo anche a Cannes!

May 24

Approda a Cannes quest’anno un corto prodotto dalla giovane bolognese Chiara Bernasconi, membro della nostra Rete.
Chiara rappresenta una seconda presenza femminile italiana, quindi, oltre a quella delle sorelle Alice e Alba Rohrwacher (rispettivamente regista e interprete di “Le Meraviglie”, l’unico film italiano in concorso) e di Asia Argento (nella rassegna “Un certain regard”). Presenta il corto “Stone Cars”, selezionato nella Cinéfondation (la cui Giuria è presieduta da Abbas Kiarostami). Il cortometraggio è stato scritto e diretto da Reinaldo Marcus Green, della New York University Tisch School of the Arts (USA (con Chiara nella foto)).

“Stone Cars” è ambientato nelle capanne di Khayelitsha township, una delle baraccopoli di Cape Town e tra le più pericolose al mondo. Girato con attori non professionisti, racconta una storia d’amore tra compagni di scuola. La sedicenne protagonista April dovrà, dopo un evento traumatico, prendere una decisione con cui vivrà per il resto della sua vita.

Il corto è ispirato a una storia vera, ma tratta di problemi e lotte universali, denunciando la violenza che colpisce le township sudafricane così come tutte le periferie povere del mondo. Soprattutto, “Stone Cars” è il racconto misurato e attento del delicato passaggio dall’adolescenza all’età adulta, senza pregiudizi né giudizi.

“Il film è stato girato con un budget limitato raccolto grazie a un fundraising creativo, una vera co-produzione internazionale dove l’organizzazione di eventi tra Italia e USA è stata fondamentale,” dichiara Chiara Bernasconi, “parte dei fondi sono arrivati persino dalla vendita di marmellate biologiche prodotte sull’Appennino bolognese!” Bernasconi , membro della rete Exbo, vive tra New York, Bologna e Milano .

La selezione a Cannes è la prima occasione ufficiale di presentazione di “Stone Cars” in Europa, dopo vari festival americani, tra cui il Pan African Film Festival, Hammer to Nail Short Film Contest, Los Angeles Film Festival. Il film è stato anche selezionato per la distribuzione del famoso canale tv e online HBO.

27, 28 dicembre 2013: incontro annuale di Exbo

27, 28 dicembre 2013: incontro annuale di Exbo

Nov 30

Come ogni anno, sotto le Feste, i bolognesi di tutto il mondo si uniscono. Tra un piatto di tortellini e l’altro, ci ritroviamo per commentare il lavoro svolto durante l’anno, fare un’assemblea per programmare il tema (i temi) dell’anno a venire e per confrontarci con i compagni di viaggio abituali e con relatori eccezionali.

Quest’anno parleremo di cittadinanza, marketing territoriale e seconde generazioni. Tra qualche giorno sarà disponibile il programma dettagliato.

Ringraziamo già da subito per la disponibilità l’Urban Center e il Quartiere San Vitale. Il Comune di Bologna e la Regione Emilia Romagna per la curiosità che hanno sin dall’inizio della nostra storia nei confronti delle notre idee e anche la Ministra Cécile Kyenge, che non potrà essere con noi, come avevamo sperato, ma che ci ringrazia per il lavoro che vogliamo intraprendere, di creare un ponte tra cervelli in fuga e seconde generazioni. Giacché sempre di cittadinanza si parla. Un po’ stiracchiata dal mondo globale e dal nostro stile di vita nomade, ma è sempre cittadinanza.

18 giugno 2013: Rezdore per l’Emilia

18 giugno 2013: Rezdore per l’Emilia

Jun 09

Succede che il 25 aprile, durante il brunch della Liberazione da Ethicando  si materializza l’incontro tra Rete Exbo e il blog Rezdora Reloaded” ed è amore a prima vista, soprattutto dopo la scoperta che il blog possiede una sezione “Expat” per tutte quelle “Rezdore”che sono emigrate in tutto il mondo.

Chi è su queste pagine quasi per sbaglio e si chiede “ma cos’è una Rezdora” è invitato a prendere conoscenza di questo testo, http://rezdorareloaded.blogspot.fr/p/rezdora.html, redatto con l’ausilio fondamentale dei filologi delle scuderie Exbo.

Chi invece si sta chiedendo: “e quindi? ” è invitato a prendere parte a “Rezdore per l’Emilia” serata di raccolta fondi per i nostri amici e conterranei ancora alle prese con i danni del terremoto del maggio 2012. Delle équipe di “sfoglini/e” e maestri del ragù si cimenteranno per beneficienza nell’arte della tagliatella al ragù, presso il café-libreria Marcovaldo. E in presenza di grandi testimonial potranno gustare insieme a tutti i “benefattori” un piatto di tagliatelle al ragù DOC (o AOC, come si dice in Francia).

All’evento, oltre agli amici di Marcovaldo, partecipano anche Fratellanza Reggiana (storica associazione dell’emigrazione di Reggio Emilia a Parigi) e l’Associazione Emilia Romagna. I proventi della serata si andranno ad aggiungere ai fondi già raccolti dall’Associazione Emilia Romagna e voteremo insieme il progetto a cui devolvere il ricavati.

 

17 maggio 2013: Exbo a Terra Futura

17 maggio 2013: Exbo a Terra Futura

Jun 09

Il salone Terra Futura è stata l’occasione, su invito delle ACLI, per confrontarsi con altri attori delle associazioni italiane su cittadinanza europea e partecipazione.
Il prisma della partecipazione degli italiani di seconda generazione, su cui stiamo concentrandoci anche per l’evento Exbo del 2013 (che si terrà nel dicembre prossimo, è stato anche quello prescelto dagli organizzatori, che hanno affiancato la nostra esperienza a quella del blog Yalla Italia.

Per la Registrazione video ringraziamo di cuore Roberto del Bianco

 

4 febbraio: Agopuntura tecnologica

4 febbraio: Agopuntura tecnologica

Feb 10

Continua la collaborazione tra Rete Exbo e la trasmissione radiofonica Impronte Digitali, di Radio Città Fujiko: ospite della puntata del 4 febbraio è stata Christine Nardini, per raccontare antichità e contemporaneità dell’agopuntura. Un viaggio divertente e inaspettato su come la tecnologia studia e cerca di appropriarsi delle tecniche più antiche. Potete ascoltare qui il podcast: http://www.inkiostro.com/2013/02/05/impronte-biologico-computazionali/

Stay Tuned, lunedi’ 18 febbraio Impronte digitali ospiterà Iginio Gagliardone per parlare di global media, Cina e Africa.

 

 

Pionieri a Bologna: resoconto

Pionieri a Bologna: resoconto

Feb 10

Un’iniziativa bellissima! Termine generico, ma estremamente appropriato! I punti esclamativi testimoniano del fatto che l’iniziativa risponde pienamente agli obiettivi che si sono dati a RENA, ovvero infondere ottimismo, fondato sui fatti. E direi che hanno fatto di più…alla fine delle 4 presentazioni programmate e degli altrettanti interventi dal pubblico, sono seguiti interventi spontanei, moltissimi.

E la sensazione che serpeggiava tra il pubblico stipato nell’Urban Center era non solo l’entusiasmo per il tanto fermento, lo stupore per le sinergie immaginate e messe in pratica, ma direi l’orgoglio di vedere tutto questo brulicare già all’opera, qui, nell’Italia di cui tanto si (mal)dice.

Sentimenti che portano a una domanda: se questo è quello che ha raccolto Bologna, per l’Emilia Romagna, quanti altri pionieri sono nascosti in tutta Italia?

E’ evidente che il vero premio non sarà tanto venire selezionati tra i primi 10 progetti vincitori, a maggio, quanto partecipare attivamente alla mappatura sul territorio italiano di tutti questi innovatori, sperando di fare una massa critica tale da convogliare proprio li’, nello stesso spazio virtuale, tante altre nuove realtà. Con il fine di non disperdere, ma anzi aumentare, le sinergie e gli entusiasmi.

(Christine Nardini per Rete Exbo)